ITINERARIO

Una settimana intorno alle Egadi

Tempo di lettura: 5 min

L’arcipelago delle Isole Egadi costituisce un itinerario ricco di attrattive, eppure ancora immune ai
flussi del turismo di massa, racchiuso nelle acque cristalline della Riserva Marina locale, tra le più
estese e varie dell’intera Europa.

Alcuni consigliu

  1. VENTI: Venti termici da Nord Est (NE) alla media di 15 nodi
  2. STILE DI VITA: Naturale, selvaggio, sportivo
  3. DA NON PERDERE: le calette di Favignana, la Grotta del Cammello a Marettimo

Uno sguardo alle Egadi

Giorno 1. Trapani

Le isole Egadi sono un vero paradiso terrestre, meta favorita da escursionisti e appassionati di immersioni grazie alle innumerevoli cale, grotte e paesaggi mozzafiato che questo piccolo arcipelago ha da offrire. Il vostro viaggio inizia a TRAPANI: nel pomeriggio, dopo il check-in alla nostra base, non perdetevi un giro di questa piccola e caratteristica cittadina siciliana. Tanti vicoletti vi attendono per una piacevole passeggiata pomeridiana e un’ottima cena di cucina trapanese; potrete pernottare a bordo della vostra barca e lasciare gli ormeggi la mattina dopo!

Giorno 2. Trapani - Favignana

10 NM

Si inizia con la più importante delle isole Egadi: navigazione verso FAVIGNANA (10 miglia).
Da non perdere la bellissima spiaggia di Cala Rossa, circondata da cave di tufo e acqua cristallina: la spiaggia e i suoi fondali sono famosi per gli amanti delle immersioni. La Punta San Nicola, non lontano dal centro di Favignana, a metà strada in direzione di Cala Rossa, accoglie i resti di una necropoli. In direzione Ovest dell’isola si può ammirare il Faro di Punta Sottile, luogo pieno di calette e scenario interessante per i sub, meraviglioso scorcio da non perdere al tramonto. Dopo aver esplorato questa meravigliosa isola via mare, non perdetevi una cena a base di pesce locale in uno dei tanti ristorantini tipici.

Giorno 3. Favignana

Esplorate Favignana da terra: chi è interessato all’archeologia industriale non dovrà perdere una visita all’Ex Stabilimento Florio, una delle più grandi tonnare del Mediterraneo. Da non perdere anche il Castello di Santa Caterina, a 314 metri sul livello del mare: è la cima più alta, da cui si gode di una vista mozzafiato. Dal mare, invece, numerose grotte e cale dalle mille sfumature di azzurro vi regaleranno suggestive nuotate: la Grotta Azzurra è la più famosa, ma indubbiamente non è la sola da non perdere. Un aperitivo a terra concluderà una giornata ricca di attività!

Giorno 4. Favignana-Marettimo

12 NM

Navigazione verso MARETTIMO (12 miglia), isoletta ricca di fauna e flora, la più selvaggia tra le Isole Egadi: piccole spiagge di sabbia finissima che si alternano a scogliere sul mare; ma anche calette e castelli, natura incontaminata e acque blu. Navigare intorno a Marettimo significa scoprire innumerevoli grotte: Grotta del Cammello, Grotta del Presepe, Grotta del Toro, Grotta del Tuono, Grotta Perciata. Tuffi, nuotate e snorkeling vi aspettano! Dopo un’intensa giornata di attività acquatica, godetevi una cena a bordo, sotto le stelle.

Giorno 5. Marettimo - Levanzo

13 NM

Fate rotta su LEVANZO (13 miglia): la più piccola delle tre isole, ma unica nel suo genere. Anche qui, gli appassionati di immersioni non rimarranno delusi: Levanzo è famosa per le sue grotte calcaree ricche di pesci e fauna marina. Le numerose Cale vi lasceranno senza fiato. E se riuscirete a pescare, perché non improvvisare una spaghettata di pesce a bordo?

Giorno 6. Levanzo - San Vito Lo Capi

22 NM

Di ritorno verso la costa, vi attende la splendida SAN VITO LO CAPO (22 miglia).
Imperdibile una sosta a Pizzo Cofano e alla Caletta del Bue Marino, eletta la più bella d’Italia per diversi anni! Per vedere in un sol colpo tutte le bellezze di San Vito lo Capo, come la celebre spiaggia del paese, il Monte Monaco, il Faro e persino la punta estrema del Golfo di
Castellammare, basta raggiungere in macchina o anche a piedi la Piana dell’Egitarso, una splendida terrazza naturale panoramica.

Giorno 7. San Vito Lo Capo - Zingaro Reserve -Trapani

28 NM 

Navigazione verso la RISERVA DELLO ZINGARO (10 miglia), 7 km di natura incontaminata
in cui immergersi alla ricerca delle cale più famose o quelle meno affollate, come ad esempio la Cala del Varo, raggiungibile solo via mare. Di ritorno alla base di Trapani nel pomeriggio per il check-out (18 miglia), per concludere la scoperta di questa splendida zona della Sicilia, potrete anche visitare Erice, a soli 20 minuti dal porto.